Alla scoperta dell’artigianato a Venezia

Artigianato a Venezia: un binomio con origini antichissime. La città di Venezia ha permesso nei secoli lo sviluppo di molteplici attività artigianali, di cui oggi, purtroppo, ne sopravvivono solamente alcune, che formano un patrimonio artistico da proteggere e preservare. Quindi ti portiamo alla sua scoperta. E perchè no? Anche per fare lo shopping a Venezia di oggetti fatti rigorosamente a mano. Vetro di Murano, profumo, maschere in cartapesta, lavori in oro, costruzione in gondola. Allontanatevi da Piazza San Marco e perdetevi nei vicoli!

vivovenetia

Artigianato Venezia: Le origini 

Lo sviluppo dei vari manufatti è stato favorito dalla particolare posizione geografica di Venezia stessa, basti pensare ai contatti diretti con l’Oriente attraverso la Via della Seta, percorsa da carovanieri e mercanti.

Dei gloriosi fasti dell’artigianato di Venezia rimane traccia tutt’oggi nella toponomastica locale, basti pensare ad alcuni di calli nei pressi del Mercato di Rialto e di San Marco:

E’ possibile trovare traccia degli antichi mestieri anche presso le antiche Scuole, nelle quali operavano le confraternite, come i Batiloro a San Stae, i Calagheri (calzolai) a San Tomà e il Lugangheri (salumieri) alle Zattere.

Al giorno d’oggi è possibile ritrovare l’artigianato nelle isole che circondano Venezia, come ad esempio vetro e perle a Murano, merletti, cantieri navali e squeri a Burano, ma qualcosa è rimasto anche nel centro della città. Ad esempio andando verso Zattere potrete ammirare lo squero di San Trovaso, famoso per la produzione e la riparazione delle gondole, mentre la fabbrica Orsoni, nel sestier Cannaregio, continua l’attività dei Tajapietra (terrazzieri), creatori dell’inimitabile “pavimento alla veneziana”.

 

Artigianato Venezia: Il Vetro di Murano

Il termine “vetro” risulta riduttivo, questo è solamente la materia prima, perché ciò che viene creato sull’ isola di Murano è vera e propria arte. Passeggiando per l’isola potrete rendervi conto della bravura dei maestri del vetro e di cosa siano in grado di realizzare. Quest’arte iniziò a svilupparsi attorno al XIII secolo proprio a Venezia, ma fu trasferita a Murano proprio a causa delle fornaci utilizzate durante la lavorazione, soventi erano, infatti, gli incendi che divampavano a partire da queste e mettevano a repentaglio la città.

Create la vostra perla di vetro!

Vestite i panni di un mastro vetraio e date vita alla vostra sfera di vetro a lume.
Prenotate subito la vostra esperienza sul nostro sito!

La lavorazione del vetro di Murano è conosciuta ed apprezzata a livello mondiale e, nonostante abbia vissuto periodi buoi, ha sempre saputo rinnovarsi ed allo stesso tempo mantenere alto il livello dei propri manufatti. Il tutto grazie a quei mastri vetrai che hanno dedicato con passione la propria vita ad uno dei mestieri più antichi di Venezia. Puoi anche assistere alla dimostrazione della lavorazione del vetro o cimentarti in un workshop di più giorni nella bottega di un artista unico e imparare a lavorare il vetro nell’Atelier Muranero!

 

Artigianato Venezia: Il Merletto di Burano

Il merletto o piccoli merli, deriva dall’imitazione delle merlature delle cinta murarie medievali, ma si ritiene che la tecnica a trama complicata sia stata presa in prestito dalle reti da pesca, per poi essere rivista in chiave ornamentale. A questo tipo di arte erano dedite nobildonne, giovani fanciulle, monache dei conventi e le popolane (merlettaie), che affinando sempre di più la loro tecnica riuscirono a ottenere opere in grado di battere la concorrenza fiamminga, inglese e francese.

dentelle burano vivovenetia

Questo mestiere decadde assieme alla Repubblica di Venezia, ma non ha mai smesso di esser praticato dalle donne di Burano. Nonostante la produzione industriale di merletto risulti più economica ed il mercato tenda a preferirla, i risultati raggiunti dalle pazienti merlettaie dell’isola risultano ancora tra le eccellenze di Venezia. Per scoprire cosa si cela nelle sartorie veneziane puoi visitare un atelier di costumi veneziani a Venezia

 

Artigianato Venezia: I maestri del ferro

Gli artigiani di Venezia erano (purtroppo dobbiamo usare il passato), molto conosciuti per le loro opere in ferro battuto. Questo mestiere nel corso dei secoli ha avuto sempre meno richieste di committenza perciò è andato progressivamente scomparendo. A Venezia i favari (fabbri) erano figure importantissime nella città, fondamentali per l’economia stessa, in quanto gran parte degli altri artigiani si serviva di strumenti prodotti appunto dai fabbri. Con l’espansione del ‘400 sulla terraferma iniziarono i problemi per gli artigiani veneziani, poiché nelle zone di Brescia e Trento erano presenti fabbri altrettanto bravi, ma che avendo a disposizione ricchi giacimenti di carbone riuscivano a contenere maggiormente i prezzi. In più quelli di Trento risentivano positivamente delle influenze dei colleghi tedeschi, veri e propri artisti insuperabili nella lavorazione del ferro.

Costruzione gondole venezia. Ferro da pruaCosì a partire dal ‘700 il ferro battuto iniziò ad essere impiegato più per finalità decorative che per necessità ed il mestiere a Venezia iniziò a decadere, complici gli artefatti provenienti da fuori, venduti ad un prezzo inferiore a parità di qualità.

Ancora oggi, a Venezia centro storico è rimasta solamente una fonderia, che è possibile visitare ed assistere a come le opere in ferro battuto vengono fatte oltre a tutti gli ornamenti ferrei per le gondole come il “cappello del Doge”, ossia la decorazione in ferro a prua delle gondole. Dietro alla costruzione di queste ultime c’è un mondo e tantissime persone che vi lavorano per rendere uniche queste imbarcazioni, un mondo protetto dall’associazione El Felze.

Assistete alla fusione del ferro!

Seguite il maestro del ferro passo passo nell’ultima fonderia artistica rimasta sull’isola.
Prenotate subito la vostra esperienza o godetevi una visita privata con aperitivo alla officina fabbrile!

Mentre nelle fucine viene battuto il ferro. La famiglia Battiloro si occupa di… indovinato! In questo suggestivo laboratorio l’oro, l’argento e altri metalli preziosi vengono trasformati in pezzi d’arte unici. Visitate il laboratorio d oro a Venezia nel sestiere Cannaregio per scoprire i segreti di questo antico laboratorio del lusso.

 

Artigianato Venezia: Mestieri in pericolo

Certi mestieri, che per secoli sono stati la spina dorsale dell’economia veneziana, continuano oggi ad esistere grazie a pochi irriducibili artigiani, ma anch’essi si trovano in balia di quelle che sono le logiche del turismo di massa. Questo ha provocato un appiattimento della qualità dei prodotti e tutt’oggi assistiamo al proliferare di numerosi negozi  che vendono merce solo all’apparenza “made in Italy”, tutta importata da quell’Oriente low cost.

Nonostante ciò c’è chi, con coraggio, continua a svolgere il proprio mestiere secondo le tradizioni, utilizzando materiali di qualità, abbinandoli ad una vera e propria arte, unica nel suo genere. Un esempio – l`associazione il Filò di pelleteria di alta qualità  ed laboratorio di carta a Venezia Giudecca, dove si fabbrica manualmente la carta artistica usata non solo per la pittura e scrittura ma anche per gli elementi d` arredo o oggetti d` arte.
Per tutti questi motivi è indispensabile dare visibilità, voce ed importanza a chi caparbiamente lotta contro tutto ciò che è di massa, perché è importante che una categoria come quella degli artigiani non scompaia, perché con loro scomparirebbe certamente anche un pezzo di Venezia stessa.