Costruzione Gondole Venezia: una Tradizione Secolare

Non possiamo immaginare Venezia senza la sua tipica imbarcazione: la Gondola !

Ancora oggi, la costruzione della gondola a Venezia è un’attività artigianale realizzata  da maestri d’ascia negli squeri, i tradizionali cantieri navali delle barche a remi a Venezia.

Scopri cosa si nasconde dietro un giro in gondola in Canal Grande: dalla forma al colore, un viaggio alla scoperta di tutte le sue caratteristiche. Caratterizzate dal fondo piatto e guidate con un solo remo per vogatore, queste imbarcazioni richiedono i segreti dei loro abili rematori. Rematori sì: i più famosi sono i gondolieri, ma non sono gli unici! Se state attenti potrete vedere anche qualche gondola a quattro remi o gondolini a due remi aggirarsi per il Canal Grande!

vivovenetia

Costruzione gondole Venezia: curiosità!

La gondola è la più tipica delle imbarcazioni Veneziane. Di colore nero e dalla forma lunga e slanciata, è composta da 280 parti per una lunghezza di 10.85 metri e larghezza di 1.44 metri; ha un fondo piatto, per permettere la navigazione anche in fondali molto bassi, quali sono quelli della laguna.

Una delle sue principali caratteristiche è nel lato sinistro: infatti non tutti sanno che il suo fondo è asimmetrico per bilanciare il peso del gondoliere che è sul lato opposto!

Gondola a Venezia nello squeroPer la sua costruzione vengono impegnati piu` di 8 tipi di legno diversi:

  • rovere (molto resistente, serve per realizzare la struttura di imbarcazione, in particolare per i fianchi)
  • larice (ricco di resina protegge la gondola dall’umidità)
  • abete (leggero e resistente all’acqua salata piu` di atri tipi di legno, lo utilizzano per la parte sommersa)
  • tiglio (per i socheti di poppa e prua perché non si altera con le escursioni termiche)
  • olmo (molto duro ed estremamente elastico, si usa per fare le costole)
  • noce (si usa per realizzare una forcola)
  • mogano (ha poche venature, si usa per la pruala poppa e la sopra coperta)
  • ciliegio (duro e flessibile, adatto per la realizzazione delle decorazioni e degli intarsi)
  • faggio (per realizzare i remi) 

Ancora oggi la gondola viene ancora prodotta a Venezia nello “squero”, ossia nella bottega dell’artigiano , che si caratterizza per essere aperto sempre verso il canale, e ciò: bisogna testare la gondola! Il più famoso è lo squero di  San Trovaso, in stile “baita di montagna” a voler sottolineare che  gli artigiani hanno provenienze da località montane del bellunese.

Costruire una gondola comporta almeno 12 mesi di lavoro  degli “squeraiol”, i famosi  maestri d’ascia in dialetto veneziano! E poi ci vogliano anni e anni di esperienza e la collaborazione di tutta una serie di artigiani per gli accessori, dal remo al fero de prora, alla forcola (lo scalmo sul quale si appoggia il remo), dal risso de pòpe (ricciolo di poppa) alle tappezzerie interne e alle decorazioni.

 

Costruzione gondole a Venezia: una imbarcazione sobria, ma non troppo!

Cosa vedere a Venezia? Lo squero per sapere come fanno le gondole!

Cosa vedere a Venezia? Lo squero per sapere come fanno le gondole

Vi siete chiesti per quale motivo la gondola veniva e viene costruita in nero?

Beh,  per una questione di estetica, il nero è da sempre considerato sinonimo di eleganza,e  i nobili amavano essere alla moda!

Ma prima che l’eleganza facesse il suo ingresso in laguna, questa veniva realizzata con i colori più disparati e adornata con ogni fregio! La sagra del kitsch e dell’ostentazione!  

Per questo motivo nel 1609 fu emanato un decreto dogale, che obbligava all’imbarcazione tipica della laguna di Venezia, ad essere dipinta di nero! Ovvio, eleganza e praticità, dato che il colore della pece usata per impermeabilizzarla  è il nero!

 

 

 

 

Costruzione delle gondole a Venezia: Il Fero da Prua – Venezia in un logo!

Costruzione gondole venezia. Ferro da pruaLa parte anteriore della gondola è chiamata “ferro di prua”, non si tratta di un semplice abbellimento, ogni elemento ha il suo significato nascosto!

  • Le sei linee di metallo corrispondono ai 6 Sestieri di Venezia
  • Il dente rivolto all’indietro simboleggia invece l’isola della Giudecca
  • Tutto il ferro ha la forma di “S” rovesciata, un richiamo al Canal Grande e il conosciutissimo Ponte di Rialto!
  • La parte superiore del ferro ha la forma del cappello del Doge
  • I più fantasiosi aggiungono tre foglie: Murano, Burano e Torcello, le isole più famose della laguna.

Il ferro non ha una funzione solo simbolica, ma anche funzionale: essendo abbastanza pesante, serve a bilanciare il peso del gondoliere che sta a poppa.

 

Cosa sapere prima di salire a bordo di una gondola a Venezia…

Se il gondoliere vi assegna i posti a sedere, non è matto, o forse solo un po’!

Essendo asimmetrica vi consigliamo di non muovervi troppo e di non cambiare i posti, a meno che non vogliate che il gondoliere finisca in acqua!

E se proprio volete fare una cosa bella: baciate i vostri innamorati sotto il Ponte di Rialto!

 

Ma capiamo insieme qualcosa ancora più nei prossimi articoli: