Bassano del Grappa cosa visitare?

-----

Avete mai sentito parlare del borgo di Bassano del Grappa? E’ certamente una meta da non perdere nelle cose da vedere a Vicenza e provincia.   

Circondata dalle colline e favorevole a un clima mite, Bassano è una tipica cittadina medievale veneta. Oltretutto, regala un mix di artigianato, gastronomia e storia. L’artigianato bassanese e nello specifico Nove, è noto per le sue splendide ceramiche. La sua gastronomia è riconosciuta per i suoi asparagi bianchi e la sua notevole grappa. La storia, invece, la ricorda per essere stata un importante scenario di guerra durante la Prima Guerra Mondiale, dove ricevette dei bombardamenti. Fu anche al centro della Seconda Guerra Mondiale, quando la Resistenza locale subì un rastrellamento nel 1944 da parte delle SS tedesche. Quando si passeggia per i viali della città, ci si immerge sia nella storia che nell’arte e ciò la rende una città romantica e affascinante. 

Bassano è facilmente raggiungibile con ogni mezzo.  Se arrivate in automobile, la città dispone di due parcheggi ampi. In treno, è molto ben collegata; in particolare il collegamento diretto da Venezia è molto rapido ed efficiente. Se siete amanti delle due ruote, potete raggiungere Bassano in bicicletta percorrendo la ciclabile che è costeggiata dal fiume Brenta.
Vorreste visitare, in un giorno, questa città e non sapete cosa offre? Nessun problema, vi aiutiamo noi con i nostri consigli per visitare Bassano. 

Il ponte di Bassano del grappa

ponte bassano del grappa

Il Ponte di Bassano è conosciuto per essere il simbolo della città bassanese.

Inizialmente, venne costruito in legno nel 1209 ma venne distrutto, a seguito di guerre e frequenti piene del fiume. Dopo pochi secoli, il ponte venne ricostruito su progetto del vicentino Andrea Palladio ma, distrutto nuovamente. Venne ricostruito con la stessa struttura dell’architetto. È considerato uno dei ponti simbolo della penisola italiana, dato che è un ponte coperto. Sapevate che il ponte ha un suo canto principale popolare? Può essere molto suggestivo ascoltarlo, quando siete lì… 

Il Museo degli Alpini

museo degli alpini bassano

Il Museo degli Alpini si trova poco dopo il centro storico e vi offre la possibilità di ripercorrere i fili della memoria. 

Al suo interno, è possibile trovare qualche cimelio risalente al periodo della Prima e Seconda Guerra Mondiale. I cimeli che sono custoditi in maniera particolare sono quelli del Periodo della Resistenza italiana. Viene offerto un riferimento speciale alla squadra degli Alpini che ha operato direttamente nella città bassanese. Il museo è stato aperto al pubblico nel 1950. Se volete i costi dei biglietti e quando visitare il museo, è possibile curiosare sul sito del museo degli alpini di Bassano.

Il Museo Hemingway e della Grande Guerra

Questo museo ha una sua area personale, all’interno di un’ala del palazzo Cà Erizzo e merita una visita per gli appassionati di storia e di letteratura. All’interno del museo, potrete trovare la Sezione Uno della Croce Rossa che ha ospitato un volontario molto noto. Eh si , niente meno che il poeta e scrittore Ernest Hemingway. Se volete sapere prezzi e orari del museo di Hemingway, curiosate qui.

Il Castello degli Ezzelini

castello ezzelini bassano del grappa

Questo castello è uno degli edifici storici più importanti di Bassano del Grappa e si trova nella sommità del colle più alto della città. Inizialmente apparteneva al vescovo di Vicenza per poi essere donato al capostipite degli Ezzelini. Passò, come il resto della città sotto il dominio della Repubblica di Venezia. È visitabile attraverso il percorso delle mura che è gratuito. 

Il Museo della Grappa Poli da visitare a Bassano del Grappa

poli grappa bassano del grappa

Questo museo sorge nell’antico Palazzo delle Teste e racconta la storia della distillazione e, in particolar modo, del prodotto tipico bassanese per eccellenza, ovvero la Grappa.

La Grappa Poli viene classificata in base all’età e ai vitigni da cui sono state ricavate le vinacce e le essenze vegetali per la sua aroma.  Oltre a questo si possono osservare le ricostruzioni degli apparecchi che si usavano per la distillazione ed è possibile ripercorrere la storia della grappa fin dalle sue origini. Non può mancare una degustazione! La distilleria Poli possiede un museo molto affascinante a pochi chilometri nella località di Schiavon. Vi consigliamo senz’altro la sosta! 

La Grapperia Nardini

Questa è la più antica distilleria in Italia e una delle più grandi nel mondo; fondata nel 1779, è anch’essa il simbolo della città. È riconosciuta tra i Locali storici d’Italia ed è possibile ritrovare ancora l’atmosfera che si respirava alla fine del 1700. Si trova nella parte orientale del Ponte di Bassano. La visita è consigliata, non solo per vedere i macchinari, ma anche per fare aperitivo e degustare le varie tipologie di grappe, dalle classiche alle innovative. È consigliata da provare la Tagliatella che è un liquore tipico della città di Bassano. 

Piazza Libertà

È conosciuta da tutti per essere l’antica Piazza dei Signori ed è proprio al centro di Bassano. Il nome attuale le venne dato dopo la Seconda Guerra Mondiale. Oltre alla chiesa di San Giovanni, in questa piazza si possono ammirare altri monumenti ed edifici importanti della città, come la Loggia del Comune, costruita all’inizio del Quattrocento. L’interno è decorato con 120 stemmi dei primi podestà del Veneto. Un must, in questa piazza, è una passeggiata sotto i portici coperti dai pavimenti di marmo locale.

Museo Civico di Bassano del Grappa da visitare

È uno dei musei civici più antichi nel Veneto e, all’interno, è possibile ammirare più di 500 opere comprese tra il XIII e il XX secolo. È considerata una tappa obbligatoria soprattutto per gli amanti dello scultore italiano Canova. Il museo presenta un’area di archeologia con pezzi risalenti alla Magna Grecia, stampe antiche e moderne e ceramiche. È ospitato nell’ex area di un convento dei frati Francescani.

Chiesa di San Giovanni

Questa chiesa fu commissionata all’inizio del Trecento dalla famiglia Blasi, ma ciò che rimane è la ricostruzione avvenuta nel Seicento. Consacrata nel 1847, al suo interno si trovano statue, bassorilievi, stucchi e dipinti. Lo stile Neoclassico che presenta la chiesa affascina sia per le forme e le 4 colonne dominanti che donano eleganti proporzioni.

Viale dei Martiri: da non perdere a Bassano del Grappa

Questo viale della città è una via lunga legata a una delle vicende più importanti e famose della città bassanese della Seconda Guerra Mondiale

Nel settembre ‘44, vennero impiccati 31 giovani partigiani e ora i loro nomi sono segnati sugli alberi, con le loro foto, dove furono condannati. Si noterà che solo uno è tutt’ora ignoto. Una particolarità che salterà subito all’occhio è la forma di questi alberi: come cespuglio semi-rotondo, ricordano gli elmetti dei soldati.

Questo viale parte dal Castello Superiore e arriva fino alla Porta delle Grazie.

Torre Civica di Bassano

Questa Torre domina l’intera piazza e venne costruita nel XIII secolo, come punto panoramico della città e, difatti, si trovava lungo le mura. Nel corso dei secoli ha subito varie modifiche come l’aggiunta della campana e le scale in legno e in pietra. È un vero spettacolo che non si può assolutamente perdere. 

Da visitare nei dintorni di Bassano del grappa: Nove e la ceramica

ceramiche-nove-antonibon

A Nove si fabbrica ceramica da 300 anni. Le più note antiche manifatture si sono sviluppate  lungo un corso d’acqua che passa nel cuore del paese: la Roggia Isacchin. Degli importanti mulini  permettevano la preparazione degli impasti per le ceramiche. 

La Serenissima, all’inizio del XVIII secolo, incentivò la produzione ceramica per abbassare le importazioni. Giovanni Battista Antonibon, nel 1732, ottenne dal consiglio dei “Savi della Mercanzia” il permesso e privilegio di creare maiolica di qualità per 20 anni senza pagare le tasse. E tutt’oggi possibile visitare questa favolosa realtà della ceramica di nove. Prenotate la vostra visita! 

Che dite? Siete pronti a vivere la città e respirare la sua aria medievale? Munitevi di macchina fotografica e via.. Bassano vi sta aspettando.

Se volete conoscere altri posti da vsiiatre in provincia di Vicenza, visitate le nostre pagine dedicate: