Il Sile: come vivere il fiume per una giornata o un weekend?

Il Sile è il più lungo fiume di risorgiva d’Europa. Lungo il corso d’acqua, tra le sorgenti situati vicino a torreselle di piombino dese nella marca trevigiana e l’ex foce della laguna di Venezia, si trovano diverse sorgenti e fontane di risorgiva. L’intera area fa parte del Parco Naturale regionale del fiume Sile. L’antica foce del fiume nella laguna era nel comune di portegrandi di quarto d’altino, poi nel XVII secolo il corso del sile fu deviato da un canale (Taglio del Sile) che sfocia nell’antico alveo del Piave (a sua volta deviato più a nord), terminando nel mare Adriatico, al porto di Piave Vecchia, tra il Lido di Jesolo e  Cavallino-Treporti. Il ritrovamento di palafitte e utensili in selce e argilla nella zona di Casacorba testimonia l’esistenza di villaggi su palafitte circa 10.000 anni fa. Queste piccole tribù di cacciatori e raccoglitori delle colline erano attratte dall’abbondanza d’acqua e dalla ricca flora e fauna selvatica delle rive del fiume. Negli attrattivi di cosa vedere a Treviso, non può mancare una passeggiata lungo il sile che essa sia in bici, a piedi, in kayak od in barca. In questo articolo, potremmo trarre ispirazioni per vivere pienamente il Sile che sia per una giornata, un weekend od una vacanza più lunga!   

vivovenetia

Escursioni e weekend sulla ciclabile del sile 

sile

Il parco del Sile raccoglie in sé vari attrattivi che meritano la visita! Il modo più bello per percorrere il parco è proprio in bici. Il parco regionale del fiume Sile ha creato dei percorsi in bici sul sile, che potete consultare anche se non tutti tracciati GPS sono aggiornati. Se volete fare un giro in bici, vi consigliamo di leggere il nostro articolo ciclabile del sile dove avrete consigli e proposte di noleggio, escursioni in giornata ma anche proposte di weekend sul sile in modo da goderselo pienamente. Per fare i 100 chilometri tra le risorgive e Jesolo, vi consigliamo appunto di farle almeno in due tappe. Una cosa molto simpatica può essere quella di abbinare bici e barca o kayak in modo da vivere il fiume Sile sia dalle sue rive ma anche dall’acqua! 

Curiosità da vedere nelle vicinanze del parco del Sile

badoer sile

Storicamente il sile era molto importante e sfruttato da mulini e opifici e rappresentava una via d’acqua strategica per il traffico ed il commercio tra il Trevigiano e la Laguna Veneta. Il Girasile include anche il tracciato delle alzaie o antiche restere,strade arginali usate dai buoi in funzione dell’attiraglio dei burci (lungo 35 chilometri). Passeggiando sul Sile, si può vedere tracce di memoria collegata alla navigazione fluviale come ad esempio i ganci che bloccavano i cavalli al porto di Fiera, i lavatoi in pietra che accoglievano le lavandaie dei paesi ditorni, gli antichi mulini. Il patrimonio architettonico lungo il percorso è variegato tra chiese e Ville venete. Alcuni paesi valgono davvero la visita come Badoere dove potrete ammirare la Barchessa di villa Badoer detta “La Rotonda” e visitare l’antica febbraio dei tessuti Badoere che vi riporterà nel arte dell’artigianato della tessitura.    

Attraversare il parco del Sile sulla greenway del Sile   

sile

Il primo attrattivo dell’area parco sono le sorgenti dette fontanassi in Veneto dove il parco regionale ha creato un percorso attrezzato “La Porta dell’Acqua” che si snoda tra sentieri pedonali e ciclabili. Una seconda porta di accesso è l’oasi naturalistica di Cervara a Santa Cristina che si estende su circa 25 ettari e propone un museo etnografico in un antico mulino. Il terzo punto di interesse è quello delle Restere nella zona tra Casier e Silea con il Cimitero dei burci. La Greenway del Sile è stata completata da pochi anni ed arriva ormai fino a Jesolo. Il percorso più gettonato è quindi Treviso Jesolo che permette di pedalare sia in rive al Sile ma anche costeggiando la splendida laguna di Venezia per fare un tuffo fine giornata nel mare. Se vi interessa fare questo percorso, guardate la nostra offerta di escursione sulla greenway del sile che include noleggio, roadbook e transfer di ritorno.  

 

Kayak sul Sile, Rafting sile e gita in barca

kayak-sile

Se volete godere del Sile pienamente potete scegliere di abbinare bici e kayak sul sile davvero complete. Partendo nelle vicinanze di Casier sul vostro kayak potrete salire dolcemente il fiume per raggiungere il cimitero dei burci, la chiusa di Silea in kayak e continuare il vostro percorso in bici. Il fatto di fare un circuito e non tornare mai suoi suoi passi è davvero molto bello!   

Barche elettriche sul sile e houseboat 

houseboat sile

Un modo alternativo per visitare il fiume è senz’altro con le barche elettriche, una soluzione ecologica che ti permette di navigare senza disturbare la flora e fauna. Le imbarcazioni si possono guidare senza patente e possono ospitare da 5,7 a 11 ospiti secondo la tipologia di barca scelta. Se invece vuoi vivere un’esperienza più lunga ed immersiva sull’acqua, ti suggeriamo di noleggiare un houseboat sul sile. Potrai visitare non solo il fiume sile ma spingerti in laguna di Venezia, sul Piave e perché non in Riviera del Brenta. E un modo di viaggiare lento ancora poco noto in Italia (e per questo ancora più affascinante perché sarai tranquillo) che ti permetterà anche di caricare una bici in barca e quindi di abbinare terra ed acqua per una vacanza davvero completa!

Se vuoi conoscere altri attrattivi in provincia di Treviso, consulta i nostri articoli: