Festa della Sensa: Venezia Sposa il Suo Mare

La festa della sensa è una dei più antichi eventi a Venezia con più di mille anni di storia alle spalle. Celebra il rapporto con il mare della Serenissima: dominio ed omaggio verso l’elemento che l’ha resa una delle potenze commerciali e politiche del Mediterraneo dal XIV al XVIII secolo.

Ancora oggi è una delle più sentite tradizioni veneziane alla quale partecipa tutta la cittadinanza: al corteo navale partecipano centinaia di imbarcazioni a remi seguite dalla riva da chi non se la sente di vogare. Insomma, l’importante è partecipare!

Il culmine delle celebrazioni è al Lido con la cerimonia dello sposalizio del mare: in presenza del vescovo, il sindaco (ma una volta era il doge) getta in mare un anello (una volta era d’oro) come simbolo dell’unione fra Venezia e il mare. Fra poco vi raccontiamo anche la nostra esperienza!

Oggi il corteo si tiene la domenica successiva il giorno dell’Ascensione (in dialetto veneto sensa), che secondo il calendario della chiesa cattolica si colloca 40 giorni dopo la Pasqua.

vivovenetia

 

Venezia Voga

La festa della sensa oggi: il racconto di chi c’era!

Aspettavamo con impazienza il momento di raccontarvi questo evento: alla festa della sensa 2018 abbiamo partecipato anche noi! Un’emozione incredibile e indimenticabile e lo si sa, la prima volta non si scorda mai!

Alla partenza dal cantiere alle ore 8.30, in queste occasioni, c’è sempre un po’ di agitazione: mica si può arrivare in ritardo! E così, in uniforme gialla e blu e gonnellino bianco (i colori della nostra remiera), siamo partite entusiaste per un’esperienza davvero sorprendente. Come è stato strano essere questa volta dall’altro lato e vedere quanta gente dalla riva aspettava il nostro passaggio lungo il Canal Grande..  il nostro sandolo fra centinaia di barche colorate!

All’altezza di piazza San Marco intorno alle 10.15, il doveroso “alza remo” aspettando in bacino San Marco la partenza del corteo acqueo con in testa la Serenissima con le autorità. Destinazione: San Nicolò al Lido.

All’altezza di San Nicolò, sempre restando a bordo del nostro caro sandoleto, abbiamo assistito a:

  • la cerimonia dello sposalizio del mare;
  • la preghiera del marinaio;
  • lancio della corona d’alloro per i caduti in mare;

Ora, sarò anche un po’ di parte, ma se vi trovate a Venezia non dovreste perdere lo spettacolo di questo corteo: quando mai vi capiterà di vedere tutte queste imbarcazioni? Prendete posto per tempo in riva degli Schiavoni o in riva sette martiri insieme a centinaia di veneziani per vedere una sfilata di imbarcazioni tradizionali senza uguali!

Al termine delle celebrazioni ufficiali, remi in mano e saldi in pope..abbiamo proseguito la giornata con un pic – nic con i soci della nostra remiera (ma questa è un’altra storia).

Oltre al corteo non competitivo, durante la mattinata, sullo stesso percorso di tengono anche le regate della sensa: uomini su gondole a 4 remi, donne su mascarete a 2 remi, giovanissimi su pupparini a 2 remi. La voga alla veneta è per davvero per tutti!

Le origini antichissimeImbarcazioni storiche venezia

Due sono i grandi avvenimenti del passato che hanno dato forma all’evento, rimasto quasi immutato fino ai giorni nostri:  

  • Il giorno della Sensa del 1000 dC, il doge Pietro Orseolo II partì alla volta della Dalmazia con un dispiegamento di navi mai visto prima con l’obiettivo di mettere fine alla pirateria che minacciava le rotte commerciali dei mercanti veneziani. Questa campagna trionfale decretò non solo la sconfitta della pirateria, ma soprattutto sancì la supremazia della repubblica di Venezia in tutto l’alto adriatico. Fu proprio questo Doge ad istituire la tradizione dello sposalizio del mare il giorno della sensa.

 

  • La pace di Venezia del 1177 dC che pose fine alle ostilità fra papato ed impero. L’accordo di tregua si deve all’abilità diplomatica del Doge Sebastiano Ziani: papa Alessandro III e l’imperatore Federico Barbarossa firmarono il trattato di pace proprio a Venezia (traccia del loro segreto passaggio resta ancora in una lapide inscritta nella chiesa di San Giacometto a Rialto). Come riconoscimento, il papa regalò al doge un anello d’oro da gettare in mare durante le celebrazioni della sensa, conferendo all’evento una nota di sacralità.  

Già in passato, questa ritualità politico – religiosa si accompagnava ad una vera e propria festa cittadina. Iniziava in questo giorno la Fiera della Sensa che prevedeva spettacoli, feste ed un grande mercato in piazza San Marco con mercanzie provenienti da tutto il mondo.  

Il teatro La Fenice è stato inaugurato proprio il giorno della sensa del 1792: una conferma in più che questa è stata una delle date fondamentali del calendario della Serenissima!

Oltre alla Sensa, le altre grandi manifestazioni che coinvolgono il mondo della voga alla veneta sono il Redentore, la Regata Storica e a Vogalonga: scoprite con noi questi eventi spettacolari!

Ma non solo eventi sull’acqua, scoprite con noi anche:

  • Il Capodanno a Venezia 
  • Le maggiori mostre d’arte
  • La Biennale di Venezia