Skip to content

Attrazioni di Venezia: 5 idee originali

-----

La vivacità della città fa sì che le attrazioni di Venezia siano molto varie. In questo modo è facile uscire dai tragitti del turismo di massa che portano i visitatori a percorrere un affollatissimo sentiero che include Stazione-Piazza San Marco- Ponte di Rialto e poco altro. Per chi ha la fortuna di avere un “aggancio” a Venezia è possibile visitare angoli sconosciuti della città e assaporare in pieno il suo spirito. Per chi invece parte alla ventura, queste 5 idee sono un modo originale per trovare 5 attrazioni di Venezia autentiche e inaspettate.

Attrazioni di Venezia #1: il Mercato di Rialto

Fra le cose da vedere e fare a Venezia per vivere la città proprio come un veneziano e non come un turista omologato, c’è sicuramente la visita al Mercato di Rialto. Qui è possibile acquistare prodotti freschi e concedersi uno spuntino in stile “bacaro a Venezia“, o semplicemente perdersi fra i colori e i profumi del vivacissimo mercato all’aperto più grande della città.

Attrazioni di Venezia: Mercato di Rialto. Photo Credit: Kate Hopkins

Attrazioni di Venezia: Mercato di Rialto. Photo Credit: Kate Hopkins

Attrazioni di Venezia #2: voga alla veneta

Come potrai notare appena arrivi a Venezia, le strade principali sono sostituite da canali. Una delle esperienze più divertenti e coinvolgenti da provare è la voga alla veneta. Si tratta di un’attività che è allo stesso tempo una delle più originali attrazioni da provare a Venezia, uno dei modi di spostarsi più veloci e un mezzo per raggiungere luoghi esclusivi insieme ad un simpatico istruttore!

Attrazioni a Venezia: la voga alla veneta

Attrazioni a Venezia: la voga alla veneta

Attrazioni di Venezia #3: tour all’orto di Venezia

Sant’Erasmo è stata per secoli “l’orto di Venezia”. Il perché è facile da intuire: la facilità di irrigare con fossi e canali, la particolarità del terreno drenante e la protezione dalle mareggiate hanno reso l’isola un piccolo paradiso dell’agricoltura. Questo orto marino dà frutti unici al mondo, proprio per le sue caratteristiche irripetibili. Un tour dell’isola di Sant’Erasmo in bici ti permette di scoprire il territorio col tuo ritmo decidendo se visitare i monumenti storici come la Torre Massimiliana, se concederti ore di relax sulla spiaggia, oppure inoltrarti fra gli orti per scoprire le delizie delle piccole e preziose aziende agricole locali.

Attrazioni di Venezia: l'isola di Sant'Erasmo è famosa per i suoi carciofi e per le produzioni biologiche locali

Attrazioni di Venezia: l’isola di Sant’Erasmo è famosa per le produzioni biologiche locali come i carciofi

Attrazioni di Venezia #4: le isole irraggiungibili!

Pochi sanno che l’arcipelago della laguna di Venezia è costituito da tantissime isole, ma solo poche sono servite dai trasporti di linea. Le isole “irraggiungibili” sono una delle più affascinanti attrazioni di Venezia: come fare per visitarle? Si possono usare le imbarcazioni private per dei tour di alcune di queste isole particolarmente importanti, come San Francesco del Deserto. Oppure, uno degli appuntamenti più attesi è l’escursione delle isole di Venezia del 28 ottobre, che toccherà Mazzorbo, Mazzorbetto, Sant’Ariano e San Francesco del Deserto nel corso di un’intera giornata rilassante e conviviale.

venice1

Attrazioni di Venezia #5: la grande musica a palazzo

La storia e l’iconografia di Venezia sono legate a doppio filo con la musica classica, molto in auge durante la Serenissima quando feste, cerimonie ed eventi nei teatri e nei palazzi nobiliari erano all’ordine del giorno. La tradizione musicale sopravvive anche oggi con orchestre, quartetti ed ensemble di alto livello. Puoi ammirare gli Interpreti Veneziani, che si esibiscono nella Chiesa di San Vidal, assistere agli spettacoli d’opera a Palazzo Barbarigo Minotto o partecipare ai Venice Music Gourmet, vere e proprie cene a palazzo, allietato da un raffinato accompagnamento musicale.

Attrazioni di Venezia: La grande musica a Palazzo Contarini della Porta di Ferro

Attrazioni di Venezia: La grande musica a Palazzo Contarini della Porta di Ferro